Seconda “maratona musicale” delle Scuole medie ad indirizzo musicale

WhatsApp Image 2019-05-27 at 20.05.25

 

WhatsApp Image 2019-05-27 at 20.05.25

Seconda “maratona musicale” delle Scuole medie ad indirizzo musicale

28, 29, 30, 31 maggio 2019

Auditorium “Paris”-Conservatorio “L. Refice” di Frosinone

 

Dopo il successo dello scorso anno torna sul palco dell’auditorium “Daniele Paris” del Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone la “Maratona Musicale” delle Smim (Scuole medie ad indirizzo musicale). Una seconda edizione che, sulle ali dell’entusiasmo, raddoppia i numeri precedenti: ben quattro giornate all’insegna della musica attese nelle mattine (dalle 9,30 alle 12) di Martedì 28 maggio, Mercoledì 29 maggio, Giovedì 30 maggio e Venerdì 31 maggio.  Si alterneranno ogni giorno cinque organici orchestrali diversi per un totale di circa 850 giovani studenti, diretti e coordinati encomiabilmente dai rispettivi insegnanti, provenienti dalle scuole medie ad indirizzo musicale della nostra provincia e non solo. Le importanti novità di quest’anno, che arricchiscono il programma in modo significativo, sono infatti la presenza in qualità di ospiti delle orchestre di due I. C. della provincia di Latina (Priverno e Fondi) a cui va ad aggiungersi la straordinaria presenza del Liceo Musicale “Bragaglia” di Frosinone rappresentato da diverse formazioni musicali nate al suo interno. L’evento, promosso dal Conservatorio di Frosinone, rientra nel piano programmatico voluto dal direttore M° Alberto Giraldi che, attraverso l’operato del M° Filiberto Palermini, nominato responsabile dei rapporti con le scuole del territorio, intende rafforzare i legami tra le diverse Istituzioni statali con cui viene condivisa l’istruzione musicale. Appartenendo all’Alta Formazione Musicale, il Conservatorio vuole porsi come naturale polo di riferimento per gli altri ordini di istruzione musicale (Smim e Liceo Musicale) aprendo le porte a qualsiasi iniziativa che possa favorire vicendevolmente lo sviluppo delle varie attività come laboratori di formazione orchestrale, visite guidate, lezioni-concerto, ecc. L’obiettivo comune è di lavorare con l’intento di contribuire non solo ad una sana educazione e formazione dei giovani, ma anche di diffondere la cultura musicale nella nostra provincia, di avvicinare i ragazzi al mondo del Conservatorio, l’istituzione musicale per eccellenza dove poter proseguire e approfondire lo studio dello strumento o semplicemente il luogo in cui poter scorgere un polo di incontri musicali. Questa seconda edizione della Maratona musicale è l’espressione emblematica di un lavoro svolto che nasce dal confronto tra le diverse componenti che hanno tutte contribuito alla sua organizzazione. Una sinergia positiva che ha visto attivi protagonisti i docenti delle Smim che hanno voluto aderire alla proposta di collaborare alle diverse iniziative promosse dal Conservatorio a cui vanno aggiunti quest’anno i docenti di strumento del Liceo Musicale coordinati dal M° Tonino Ciammaruconi. Inoltre un contributo fondamentale all’interno del Conservatorio lo hanno anche quei docenti che costantemente credono e supportano con entusiasmo tali iniziative, i collaboratori scolastici che con il loro encomiabile lavoro di allestimento risultano indispensabili per l’organizzazione e, non ultimi per importanza, gli studenti del CREA che mettono a disposizione le loro fondamentali competenze tecniche al servizio della ripresa dell’evento. In dettaglio le formazioni orchestrali che hanno aderito grazie anche al sostegno dei rispettivi dirigenti sono: gli Istituti comprensivi di Priverno (ospite), Tecchiena, Pontecorvo 2, Boville Ernica, S. Giorgio a Liri, Frosinone 2, Cassino 3,  Fiuggi, Ceccano 2, Frosinone 1, Ferentino 2, Ceccano 1, Roccasecca, Frosinone 3, Fondi-Garibaldi (ospite), Veroli 2, il Liceo Musicale di Frosinone (ospite) con l’ensemble di chitarre, il  Percussion Ensemble, l’Ensemble di flauti “Millennials”, l’orchestra d’archi “Corelli”.  Verrà dunque proposto un programma ricco di musica di vario genere, da quella classica a quella popolare, dalle colonne sonore a un genere più moderno, riadattato per ensemble orchestrali formati da archi, fiati, pianoforti, percussioni, chitarre, fisarmoniche. 

Un’unione che sottolinea sempre di più la potenza della musica nella vita delle persone, dei giovani che si cimentano in questo percorso, grazie anche ai genitori che li supportano nello studio e nelle scelte. In un’Italia che ha contribuito alla nascita di strumenti musicali, che ha dato i natali a grandi nomi del calibro di Vivaldi, Corelli, Verdi, Puccini, Rossini, si avverte sempre di più la necessità di mantenere vivo l’interesse verso la musica colta e non solo, di valorizzare le risorse del nostro paese non solo in termini di repertori e compositori natali tanto invidiati all’estero, ma anche di quelli che saranno gli studiosi e i  musicisti del domani.